Caro Babbo Natale

Caro Babbo Natale

Caro Babbo Natale,

è arrivato il momento di scriverti, per me, che credo da sempre nelle favole e nella magia il Natale è il momento più bello dell’anno. Quest’anno, diversamente dal solito, sono stata discreta e silenziosa, come da anni (e da abitudine) io respiro aria di Natale e profumo di neve già da novembre, quest’anno, nonostante la respirassi, l’ho tenuta segretamente per me. Ho avuto conferma che la magia è fatta solo per gli occhi di chi crede in essa, e proprio per questo, come sempre, ho avuto conferma che la magia esiste.  Dopo 365 giorni, posso dire che questo è il Natale che aspettavo da più tempo degli altri, anche se non lo sapevo, è il Natale della soddisfazione di un anno intenso, questo è vero, che però mi ha ricordato che nulla è impossibile. Tutto quello che serve è trovare il coraggio di ‘buttarsi’.

– Ma se cadessi?

– Oh, tesoro, ma se volassi?

Ho imparato una cosa semplice, che vale per tutto: ciò che ci attende, è dietro la paura. La paura di sbagliare strada, la paura di osare, la paura del giudizio delle persone, la paura rischiare, la paura di non essere abbastanza, la paura di osare, la paura di essere soli, la paura di perdere un’occasione, la paura di non poter tornare indietro, ho scoperto che dopo la paura, in qualsiasi forma, c’è esattamente ciò che ci stava aspettando. E per me, tutto questo, è accaduto in questo magico, magico 2017.

Ho imparato un’altra piccola cosa: niente propositi e niente aspettative. Ciò che è bello oggi, probabilmente non lo sarà altrettanto domani, e che importa? Oggi, è tutto ciò che conta.

Intanto, come potete vedere dalle foto, io sono già impegnata al Polo Nord, con pacchetti al profumo di cannella ed il mio outfit di Natale che non può non comprendere, un total look rosso (con tanto di renna!) e le mie scarpe dal mood festoso che trovate su Scarpamondo

You May Also Like