Viaggiare da sola: consigli ed esperienze

Viaggiare da sola

Consigli ed esperienze

Non abbiamo bisogno di un giorno per festeggiare le donne, ma è importante farlo, ugualmente, sennò a volte, presi dagli impegni quotidiani, ci dimentichiamo di fare il punto. Oggi, vorrei approfittare per raccontarvi tre cose importanti: vorrei parlarvi di donne e della mia esperienza come donna sul web, vorrei parlarvi di viaggi da sola ed infine del progetto che racconta Momondo, che vuole sensibilizzare e soprattutto incoraggiare tutte le donne a partire, a lasciare la propria area di sicurezza e a guardare il mondo.

Ci insegnano ad inseguire i nostri sogni, a fare ciò ci piace fare, a capire come renderci utili nel mondo e a farlo, senza badare agli ostacoli, ci insegnano ad essere libere, indipendenti, a seguire degli obiettivi, ci insegnano l’uguaglianza ci dicono che possiamo essere ciò che vogliamo. La verità è che non è così, ci sono stereotipi e pregiudizi, a volte anche involontari, ma tutto questo non è vero. Insegui un sogno e devi convincere gli altri che sia quello giusto per ritagliarti la tua dignità. Essere una donna sul web, una blogger, lavorare e comunicare attraverso i canali social è bellissimo ma non è sempre facilissimo nel momento in cui ti chiedono: ‘Che lavoro fai?’ in una società che non crede davvero nei sogni, è difficile. E’ difficile perchè leggo sempre articoli discriminatori, in cui si racconta di ragazze indebitate ‘perchè volevano apparire con una vita da sogno sul web’. Il web non è SOLO questo. Il web è comunicare. Quando hai un progetto devi decidere a chi parli, perché lo fai e cosa vorresti comunicare. Il mio lavoro parla ai giovani, soprattutto alle donne, racconta sogni ed obiettivi e la volontà di raggiungerli a prescindere da ogni ostacolo. Non importa ciò che le persone possano pensare di noi, ciò che importa è cosa pensiamo noi, di noi stessi. Non racconto ciò che faccio per convincere chi non ci crede, ma per supportare, sensibilizzare ed invogliare chi non ha il coraggio di farlo, non deve essere per forza il mio stesso lavoro, ma semplicemente chi ha quella stessa scintilla,  ma non ha il coraggio di assecondarla. Vorrei raccontarvi che avere un progetto personale, inseguirlo, trasformare una passione in lavoro è possibile, non è facile. Vorrei ricordarvi che la passione vi farà svegliare con entusiasmo ogni giorno, anche quando vorreste mollare tutto. Vorrei dire a tutti che non dovremmo sperare nel fallimento degli altri per sentirci migliori, dovremmo scegliere di guardare chi fa qualcosa di più e sapere con certezza che con impegno, noi, potremmo (e dovremmo) fare di più. Questo auguro a tutti, ma alle donne, in particolare, oggi.

Con il mio lavoro ho sperimentato ed ho conosciuto una consapevolezza nuova ed ho scelto di credere in me stessa. Viaggiare da sola è fra le esperienze più belle che io abbia fatto e probabilmente, non avrei mai deciso di farlo se non per una serie di coincidenze ed ho scoperto che è qualcosa di cui non potrei fare a meno.

Partire da sola è un viaggio diverso per molti motivi: in primis, sai di poter contare solo su te stessa, e se questo in un primo momento crea delle preoccupazioni, successivamente riesce a darti una grande forza e soddisfazione. Viaggiare da sola ti predispone a conoscere altre persone, a scambiare chiacchiere ed esperienze con sconosciuti, probabilmente non parleresti con nessun altro se fossi in viaggio con gli amici o con il fidanzato, da sola hai voglia di raccontarti anche con qualcuno che probabilmente incontrerai solo il tempo di un volo aereo. Viaggiare da sola, in più, ti connette con il posto e con te stessa, sei più propensa a guardarti intorno con attenzione, a scoprire ogni dettaglio, e ad ogni piccola scelta, dal pranzo, alla gestione degli orari impari a scegliere solo ciò che vorresti davvero fare senza dover assecondare altre scelte.

E sono felice, oggi, di dirvi che sono parte del progetto Momondo dedicato alle donne, sono una delle 9 testimonial blogger che rappresentano il viaggio da sole, nel mondo, ed insieme ad Ida Galati rappresentiamo le donne fashion, quelle che amano scoprire il mondo con i propri occhi, ma amano anche toccarlo con mano, fra tessuti e souvenir da portare anche a casa. Perché ad ogni ritorno, qualcosa di te rimane nel luogo in cui sei stata e qualcosa di quel luogo viene via con te, ed a volte, quel qualcosa deve essere un oggetto che puoi guardare, toccare e che ti riporterà sempre lì, dove lo hai scelto, fra tanti.

Non sai davvero di che cosa sei capace finché non ti trovi da sola, dall’altra parte del mondo. Ognuna di noi ha il dovere di conoscere questa risposta, potrebbe sorprendervi. Prendete in mano la vostra vita e viaggiate, scoprite il mondo, questo vi auguro oggi, e per qualsiasi altro giorno.

You May Also Like