#ScelgoDunqueSono

10250180_854015824624848_4973634969790534547_n

 

“Quando ti trovi davanti a due decisioni, lancia in aria una moneta. Non perché farà la scelta giusto al tuo posto, ma perchè nell’esatto momento in cui la moneta è in aria, saprai improvvisamente in cosa stai sperando” cit.

Ci pensavo qualche giorno fa, nei momenti pausa della mia giornata, durante i viaggi in treno, mentre tutto il mondo sembra scorrere rapido dietro un vetro, dove tutto ti sembra lontano mentre tu sei seduta per ore in un Frecciarossa. E’ tutta questione di scelte, dal primo attimo della nostra giornata, dal momento in cui ogni mattina decido di posticipare la sveglia, due volte almeno, per godermi quegli ultimi dieci minuti in più di buio. La verità è che nulla è affidato al caso, ognuno di noi sa sempre ciò che vuole, dove vuole arrivare e come si immagina di farlo, qualche volta le scelte ci sembrano troppo difficili, o inaspettate per le persone che si aspettano qualcosa da noi, forse qualche volta non abbiamo solo il coraggio di cambiare, di rischiare, o altre volte sì, sta sempre a noi. Quante cose possono dipendere dalle nostre scelte, quanto può cambiare la nostra vita per un sì, o per un no. Scelgo, dunque sono. E’ un po’ il mio mantra, la consapevolezza che ogni  giorno, dalle piccole alle grandi scelte, ci costruiamo un piccolo mondo, fatto di esperienze, ricordi, delusioni e persone. Torno indietro e penso alla  mia vita, alle pieghe impreviste del mio percorso quando ho deciso di seguire le mie passioni, per davvero. Ho abbandonato la strada battuta, quella che tutti si aspettano per te. Ho finito il liceo scientifico, una votazione alta e la passione per la matematica, la capacità di studiare sempre e comunque, di avere ottimi risultati con pochi sforzi e le aspettative della famiglia, forse di amici e professori, la certezza, che avrei intrapreso uno di quei percorsi accademici come ingegneria, medicina. Poi ho deciso di puntare tutto sulla moda. Una di quelle scelte che la tua famiglia per prima guarda con perplessità, perché sei in Italia, perché c’è crisi, perché poi non troverai un lavoro, perché poi che fai? Ma le passioni, dove finiscono le passioni? Perché se poi nella vita trascorri gli anni studiando ciò che non ti piace, per poi avere un lavoro che non ti piace, che senso ha tutto? E’ così che ho scelto di rischiare. E’ qui che inizia la mia scelta, sono partita da Telese, ho scelto una stanzetta a Roma, in un appartamento con ragazze che non conoscevo, ho scelto una facoltà insolita, Scienze della Moda e del Costume, ed ho iniziato da zero. Ho conosciuto persone nuove, ho visto quanto le idee possano essere diverse, ho scoperto che c’è sempre qualcosa da imparare, ho scoperto il web ed il blogging ed è nato Freaky Friday. Quando un venerdì può davvero cambiare le cose. Ma il blog è un punto di inizio, non un punto di arrivo. Mi sono laureata ed ho scelto, ancora, una specialistica di comunicazione web e marketing, perché ora so che il web sarà il mio lavoro, non so dove mi porterà, ma sono pronta a fare le mie scelte. Ho iniziato a viaggiare, a scoprire il mondo con i miei occhi, a conoscermi. So che se vuoi fare una cosa non c’è scusa che regga, non esiste la stanchezza, non esiste non avere tempo,c’è solo una cosa: quanto è importante per te ciò che fai. Ho imparato che il tuo mondo può essere chiuso in un trolley, tutto il resto lo porti nel cuore, che nessuna fotocamera potrà mai scattare le immagini che guardi con i tuoi occhi, che le emozioni sono il souvenir più bello che puoi portare indietro da ogni tuo viaggio. E così ho scelto, ho scelto di rischiare, è questa la mia piccola grande scelta che compio ogni giorno, quella di rischiare, di fare ciò che mi piace, nelle piccole grandi scelte, che sia tingermi i capelli di viola, prendere un volo per New York, preparare un esame durante i viaggi Roma-Milano. E’ stato un anno intenso, difficile anche se non ve ne parlo mai, ma ogni volta rifarei tutte le scelte che ho fatto.

V-sign simbolo delle nostre scelte, di quelle che facciamo ogni giorno, dalle più piccole a quelle più difficili #ScelgoDunqueSono raccontatemi anche voi le vostre scelte sulla pagina di Lactacydla nostra libertà di scegliere.

Share This Story

MISCELLANEOUS

You May Also Like