Cappelli invernali: pon pon e veletta

1 1a 2 2a 3 3a 4

 

E’ sempre tutta una questione di luci e punti di vista, non mi capita mai di scattare foto di sera, ma qualche giorno fa, prima di uscire ho fatto una prova di luce diversa con contrasti netti. E’ così che sono nate queste foto, improvvisate, mosse, e sono le mie preferite. Sono la prima persona che, di anno in anno, ama sfogliare i post degli anni precedenti e “rileggermi” perché la maggior parte delle volte fra le righe, fra punti, virgole e spazi bianchi e neri ci sono racconti, sfumature che parlano di me, perché a volte non vi sto parlando davvero di abiti o di accessori, ma vi racconto delle storie. Negli anni molte di voi mi hanno conosciuta e hanno imparato a capire qualsiasi cosa, dalle foto, ai colori, ai testi e lo so perché spesso mi scrivete proprio quello che stavo pensando, ed è un po’ questo che amo del web, amicizie inaspettate fra invisibili fili di comunicazione, perché io parlo a tutti, per prima a me e poi a voi, e poi mi scrivete, e so che riuscite ad intuire un po’ di quello che penso, ed è bello. Ultimi giorni dell’anno e tante novità da raccontare, dalle più semplici e stupide alle più grandi ed intense, un turbinio di cambiamenti. Un cappello invernale pon pon e veletta e una serata di chiacchiere è il mood di queste foto, amo i cambi repentini di argomento, pensare al pandoro caldo e zucchero a velo a colazione e preparare il programma per gli esami, immaginare le vacanze estive mentre penso a venti giorni di distanza a capodanno, mi piace sfogliare voli aerei per il gusto di immaginarmi in viaggio e mi piace scrivere, di tutto un po’, frasi sconnessi, perché io sono caotica e disordinata nella scrittura, così come nella vita, e i cassetti dell’armadio li lascio sempre a metà traboccanti di vestiti. Per dirvi che questo anno si concluderà con tante novità.

I was wearing: Marialuisa Maruzzella hat/ Mia wish sweater/ Ottaviani earrings/ Aldo shoes

You May Also Like