Milano Fashion Week 2015, racconti – Il mio terzo look

1

1a

2

2a

3

3a

4

4a

 

Pomeriggi quasi primaverili, a casa, pianificando viaggi ed esami, fotografie e progetti bevendo ginseng. Agenda color crema alla mano, souvenir di viaggio da Gran Canaria, telefono silenzioso, infradito e capelli arruffati. La mia giornata tipo, a casa, al pc, fra i libri, in attesa della sessione speciale di esami che giuro (spero) stanno proprio per finire e poi mi laureo, di nuovo. E poi tornerò a studiare, perché io lo so, senza libri mi sento un po’ persa. Sono tornata a sfogliare le fotografie della fashion week e per il mio terzo look ho scelto qualcosa di diverso dal solito, o meglio, non ho rinunciato alla gonna a ruota, ma in un mood più rock. Io, ricci di mare e stivali al ginocchio. Ve l’ho detto, sarò ripetitiva, vi racconterò le mie collezioni preferite (ne approfitto per chiedervi le vostre) ma per adesso mi godo i ricordi, gli appunti. Perché un po’ come alcuni personaggi di film (ogni riferimento è puramente casuale) ho un diario di bordo che raccoglie foto, ispirazioni, cartoline, pensieri, attimi di vita e profumi. Il mio momento preferito durante la fashion week? L’incontro con le mie amiche e colleghe prima di ogni sfilata, riusciamo a vederci una o due volte l’anno, si chiacchiera, ti aggiorni, ti confronti. Le sfilate, le collezioni, i look, le chiacchiere, gli aperitivi vista Duomo, le corse in taxi, quelle di ritorno in metropolitana con il cambio scarpe è il caos della fashion week. Ed oggi mi sento in questo mood. Per adesso vi do un assaggio di un brand che mi ha conquistata, Raoul che nasce a Singapore ma che si avvicina allo stile europeo, ma è particolare, si ispira alla natura e mi ha conquistata. Mi piacciono le forme, i tessuti e gli accessori.

I was wearing:  Nhivuru Total look/ Aldo boots

Share This Story

LOOK

You May Also Like