Come vestirsi per fare Yoga e prime impressioni

Racconti. Mi piace pensare di poter aggiornare il mio Freaky Friday, il mio pazzo diario online e poter raccontare di tutto. Così come nel tempo, di stagione in stagione cambiano le tendenze, per me, di anno in anno cambiano gli interessi che lentamente e costantemente si evolvono e si trasformano. Ho provato una lezione di Yoga durante l’edizione 2016 del Fashion camp di Milano. In primis, non sono una persona particolarmente sportiva, ho una buona resistenza, i viaggi nel tempo mi hanno temprata, ma non amo discipline aerobiche, con salti, balli vari o musica, solitamente prediligo i movimenti lenti, il silenzio o le cuffie o suoni rilassanti, per isolarmi dal mondo, mi piace sentire il mio corpo e regolarmi di conseguenza ‘per allenarlo’. La mia prima lezione di Yoga. Era un sabato mattina milanese, di quelli in cui inizi a sentire il profumo dell’autunno e mi sembrava una sveglia puntata presto la mattina come quando vai a scuola. Una Milano silenziosa che profumava di erba bagnata, ma con il sole. C’erano, per me, già tutti i propositi per una giornata rilassante, da dedicar’si’. La lezione ha inizio in una sala ampia, luminosa con rilassanti vetrate che affacciano sul verde di un giardino. Il respiro si fa profondo. Dello Yoga ricordo sicuramente questo, imparare ad ascoltarsi, a sentire il proprio corpo, i propri movimenti, a sentirsi da soli in una stanza piena di persone, eppure essere unici, nei propri movimenti, nei propri tempi. Ho apprezzato molto la lezione di Sara Bigatti e il suo modo di condurre la lezione. ‘Siamo noi, ogni giorno, ad agire e a scegliere come. Scegliamo la felicità, la positività. Esiste solo questo istante, quello presente, il passato è nella nostra mente, il futuro non esiste’. Ne approfitto per segnalarvi che, su Zalando, troverete una particolare sezione We love Yoga dove trovare varie curiosità sulla disciplina, sui capi da indossare, e sulle insegnanti di Yoga selezionate da tutto il mondo (troverete anche le video lezioni!)

Come vestirsi per fare Yoga, qualche suggerimento per chi (come me) prima di cimentarsi in questa nuova esperienza si è informata su cosa indossare. La parola chiave è comodità. Il capo più indossato (come ho potuto notare anche durante la lezione) è il leggings, io in verità ho preferito optare per una tuta morbida e la mia scelta mi ha reso davvero soddisfatta se non per qualche accorgimento. Ci sono diversi movimenti a Yoga che vi faranno trovare anche sottosopra, quindi vi consiglio di non indossare maglie corte (se non preferite scoprire pancia e schiena) di fare attenzione alle scollature (la mia era piuttosto scomoda, avrei dovuto indossare un top al di sotto!) vi consiglio in più di levare qualsiasi accessorio (io avevo lasciato una collana sottilissima che ad ogni movimento si bloccava con il mento e l’ho trovata davvero scomoda!) ultimo suggerimento, vi consiglio di restare a piedi nudi sul tappetino, è una percezione completamente diversa. (ps. per lo Yoga non ci sono regole, potete semplicemente essere voi stessi, quindi mi perdonerete l’onnipresente rossetto rosso!)
direzione-ostinata-20170916-sabato-fashioncamp2016-22 direzione-ostinata-20170916-sabato-fashioncamp2016-27 direzione-ostinata-20170916-sabato-fashioncamp2016-28 direzione-ostinata-20170916-sabato-fashioncamp2016-55 direzione-ostinata-20170916-sabato-fashioncamp2016-73 direzione-ostinata-20170916-sabato-fashioncamp2016-91

Lasciati ispirare

13059878_1337961679563591_1590417822_n-650x420

20160507_074015-01-650x420

una-giornata-purificante-con-dietox_image_ini_620x465_downonly-650x420

You May Also Like